ASCOLI PICENO – I bianconeri torneranno in campo domani alle 15 davanti al pubblico di casa, dopo la dichiarazione di agibilità dello stadio “Del Duca”. Sarà importante ripetere la prestazione di Vercelli e questa sosta forzata non ha fatto altro che creare aspettative. Domani ad Ascoli arriva la Spal neo promossa degli ex Antenucci, Del Grosso e Grassi, una squadra in forma che si è sbarazzata del Vicenza con un tris secco, anche se mister Semplici sottolinea la poca concretezza sotto porta, e vola sulle ali dell’entusiasmo, difatti nonostante alcune smentite da parte del DS spallino, addirittura si parla di un probabile ingaggio di Totò Di Natale da parte del club estense, l’attaccante è stato avvistato al “Mazza” in tribuna proprio al settimana scorsa.

Probabilmente sarà confermato l’undici di Vicenza, tornano a disposizione dei biancoazzurri Cerri e Meret dopo gli impegni con l’Under 21, non ci sarà Schiavon infortunato, da valutare Castagnetti. In campo potrebbe esserci anche un’altro ex Del Grosso che sta tornando ai suoi livelli.

Mister Aglietti:”Si una sosta forzata che ci è servita per alzare anche il livello di condizione atletica speriamo che non ci comporti poi in futuro un tour de force. Loro sono entusiasti noi vogliamo fare bene e giocare all’attacco.”

“Di Natale?può spostargli l’equilibrio dello spogliatoio oltre che tecnico. A prescindere da lui se arriverà o meno, hanno già una buona squadra basti pensare ad Antenucci.”

“Dicono che abbiamo una difesa traballante? A noi serve concentrazione. Sappiamo che non possiamo concedere nulla ma a Vercelli abbiamo fatto bene domani torna anche Augustyn. Gigliotti invece rientra lunedì in gruppo.”

Semplici ha dichiarato che la sua squadra è poco concreta sotto porta:”Loro poco incisivi?pre-tattica, forse vuole solo spegnere gli entusiasmi.”

Ora siamo tanti in avanti continua il tecnico:”Favilli deve impegnarsi a pieno e ritagliarsi uno spazio come tutti devono ritagliarsi uno spazio. Lui ha grandi qualità. Credo che questa squadra abbia giocatori giovani davvero interessanti.”

Domani la prima in casa:”Ascoli ha un pubblico caldo e noi vogliamo dargli soddisfazioni. Dobbiamo ricreare entusiasmo e trascinare il pubblico non conta solo il risultato ma anche la prestazione. Si può vincere ma anche perdere qui c’è un pubblico che capisce di calcio e noi dobbiamo essere bravi.”

“Per l’emergenza terremoto dico, non dimentichiamoli perché poi con il tempo ci si dimentica invece la solidarietà e la beneficenza vanno sempre fatte”

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)