ASCOLI PICENO – La società Ascoli Reti gas srl , in relazione allo stato di emergenza in cui si trovano i Comuni interessati dal sisma del 24 agosto u.s. , in cui detiene la gestione della distribuzione del gas e cioè Arquata del Tronto, Accumoli e Montegallo, nelle ore successive all’evento sismico ha messo in sicurezza gli impianti mediante l’eliminazione del gas dalle condotte.

Nei giorni successivi la società ha disposto, di propria iniziativa e su indicazione del sindaco avv. Guido Castelli, socio unico della società proprietaria delle reti del gas, la riattivazione gratuita dell’erogazione del gas previa verifica delle reti e degli impianti da parte di nostri dipendenti e della società che opera nel pronto intervento.

“Come segno tangibile della solidarietà che il comune capoluogo intende manifestare nei confronti delle popolazioni terremotate – ha commentato Castelli – l’Ascoli Reti gas si è attivata da alcuni giorni, in concertazione con i Comuni interessati e con la Protezione civile, per riattivare l’erogazione del gas sui fabbricati dichiarati agibili disponendo che tutti i servizi su rete, relativi alle utenze nei Comuni colpiti dal sisma, saranno effettuati senza aggravio economico per gli utenti e con l’accollo da parte della municipalizzata dei costi necessari per garantire le riattivazioni. A questo punto auspico che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas – oltre a sospendere temporaneamente i termini di pagamento e le nuove fatturazioni da parte dei venditori del gas – disponga, come accaduto nei precedenti eventi sismici dell’Abruzzo e dell’Emilia Romagna, l’applicazione di agevolazioni tariffarie per gli utenti. Sabato prossimo segnalerò la cosa al Commissario Errani”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)