ARQUATA DEL TRONTO – Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, ha siglato il 17 settembre il documento che integra le indicazioni operative contenute nella “nota del 9 settembre 2016”, e predispone un nuovo modulo di richiesta.

– se il titolare di un’azienda agricola ha l’esigenza di rimanere vicino alla sua attività, i componenti della sua famiglia hanno diritto al contributo;

– se il coniuge risiede in un comune diverso è possibile scegliere tra CAS e sistemazione in strutture alberghiere.

Il documento ribadisce inoltre che chi compone il nucleo familiare deve dimostrare di risiedere stabilmente e in maniera continuativa nel comune colpito dal terremoto. Nel nuovo modulo, infatti, è stato aggiunto uno spazio in cui i cittadini devono specificare queste informazioni:
– titolo che legittima l’uso del bene immobile al 24 agosto 2016;
– titolarità di utenze per la fornitura di energia elettrica, gas ed eventuali utenze di telefonia fissa;
– titolarità di un contratto di locazione registrato se affittuario dell’immobile.

I moduli già presentati sono considerati comunque validi. Sarà cura dei Comuni chiedere ai cittadini di dettagliare le parti mancanti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)