ASCOLI PICENO – Prima vittoria dei bianconeri in questo campionato, partita spettacolare e gioco brillante, un due a zero secco che non lascia spazio a critiche. Bellini soddisfatto ai microfoni: “Gli spettatori si sono divertiti e sono contento. Squadra bella schemi fantastici. Se continuiamo così andiamo alla grande. Mi sono piaciuti tutti eccetto il portiere che non ha fatto niente (ride e scherza il patron Bianconero). I dirigenti hanno messo su una squadra buona e oggi abbiamo battuto un Vicenza in forma. Sono contento di Aglietti, merito suo il bel gioco. Bisognava cambiare, nuova atmosfera, nuovi dirigenti. Mi ha fatto piacere vedere Giorgi in campo ma c’è molta competizione quest’anno. Sono sorpreso molto da Mengoni, una ripresa eccezionale. Ci tiene a finire la carriera qui. Per quanto riguarda lo stadio sto pensando di spostare i tifosi in Curva Nord per un periodo. Se andiamo in A rifacciamo anche la Sud ma ora abbiamo speso per il centro sportivo, a breve iniziano i lavori.”

Mister Aglietti: “Era importante vincere, dovevamo chiudere prima la partita e invece di affondare abbiamo rallentato un pò ma non abbiamo mai concesso niente, potevamo gestire meglio la partita, Complimenti ai ragazzi li avevo visti carichi, siamo contenti, sabato abbiamo un altro impegno importante. La cosa più importante non aver preso gol. Giusto assaporare il sapore della vittoria ce l’abbiamo fatta contro un avversario ostico facevamo fatica  a pressarli alti ma le palle erano tutte le nostre, rimaniamo con i piedi per terra comunque. Dobbiamo prendere convinzione. Stiamo bene fisicamente e quando ci sono gare ravvicinate è importante. Importante la crescita della squadra”.

Abbiamo visto tre ascolani in campo, non capita tutti i giorni in un calcio pieno di stranieri : “Credo che questa società è molto attenta a tante cose e credo che sia un aspetto importante essere presenti sul territorio sotto tanti punti di vista è l’Ascoli Picchio che è in crescita tutto il movimento.”

Prossima gara col Pisa su campo neutro a porte chiuse: “Col Pisa? Spero di sapere presto dove giochiamo, preferirei non Chiavari.”

Lerda, tecnico vicentino: “L’Ascoli facendo il minimo sindacale ha vinto. A metà del secondo tempo eravamo al meglio poi in dieci non è stato facile, Noi non abbiamo giocato, troppi errori, errori nel passaggio. Il gol che abbiamo subito è colpa nostra. Il rigore per me non c’era. Però l’Ascoli è stato più determinato.”

Mengoni, il difensore bianconero rinato e perno della difesa: “Quest’anno quando sono arrivato l’idea era di andare via poi ho trovato fiducia nel mister e nel Ds e la fiducia va ripagata, massimo impegno da parte mia. L’anno scorso giocavo in un ruolo che non avevo mai fatto ora sono tornato al mio posto con una difesa a 4 e cambia molto i merito va moloto all’allenatore, l’importante è continuare e non buttare via la palla. Si sta creando un bel gruppo con tanto entusiasmo che l’anno scorso abbiamo avuto solo da gennaio. Vogliamo far bene e stupire, tanti segnali positivi ma dobbiamo mantenere questo rimanendo umili”.

Quanto ci tieni a questo Ascoli?: “Il primo anno abbiamo vinto il campionato, il secondo tra mille avversità ci siamo salvati e io veramente do tutto me stesso per questa maglia qui sto bene e mi sento a casa”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 118 volte, 1 oggi)