OFFIDA – Tanti applausi al Serpente Aureo per L’Elisir d’amore. L’opera di Donizetti è andata in scena domenica 18 settembre con la direzione artistica e la regia di Ettore Nova e Ambra Vespasiani.

Quando si è alzato il sipario è stato subito chiaro l’omaggio alla Chiesa di Santa Maria della Rocca, immortalata su tela e che è rimasta in primo piano per tutta la durata dello spettacolo.

Il pubblico non avuto dubbi nel premiare il tenore Riccardo Mirabelli (Nemorino), con uno scroscio di applausi dopo l’aria “Una furtiva lagrima”, così come il soprano Carolina Varela (Adina) di cui molti dei presenti sono rimasti entusiasti per il gran talento.
Grandi consensi anche per Andrew Mayor (Belcore), Arabella Kramer (Giannetta) e Ettore Nova
(Dulcamara) che sono stati salutati dal pubblico con diversi minuti di applausi.

L’Orchestra da Camera Benedetto Marcello di Teramo è stata diretta dal Maestro Marco Gatti, mentre il  coro Madonna di San Giovanni e l’Ensemble vocale romano, dal Maestro Nazzareno Fanesi.

Per il prossimo appuntamento con la lirica offidana non resta che aspettare il 2017.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)