ARQUATA DEL TRONTO – Chiuse le tendopoli di Acquasanta, Spelonga (Arquata del Tronto), Montefortino, Amandola. Le altre saranno smantellate la prossima settimana. Ad un mese dal terremoto, sono meno di 200 le persone che dormono ancora in tenda. Alcune tende restano a servizio dei volontari, personale di ausilio proveniente da altri Comuni e per coloro che, al susseguirsi delle scosse per paura, preferisce passare la notte in tenda. Protezione Civile delle Marche, con il sostegno del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e le amministrazioni comunali stanno procedendo velocemente con le operazioni che consentono alle famiglie di lasciare le ultime tende e tornare nelle proprie abitazioni se agibili o in altre soluzioni abitative adeguate.

Dati al 23 settembre – scuole: sono arrivate in totale 468 richieste di sopralluogo su edifici scolastici. Sono risultate inagibili 18 scuole, 343 agibili. – 3.850 sopralluoghi effettuati nelle province di MC AP FR su edifici pubblici e privati. – 29.000 le richieste di sopralluogo pervenute ai Comuni. – 1.400 edifici sono stati dichiarati inagibili nel territorio regionale.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 174 volte, 1 oggi)