ARQUATA DEL TRONTO – Un 17enne sarebbe l’erede dell’oro  e degli oggetti preziosi che lo scorso 3 settembre sono stati recuperati sotto le macerie di un’abitazione crollata a Pescara del Tronto a seguito del terremoto del 24 agosto 2016. I due genitori, titolari di un Compro Oro a Roma, sono morti a seguito del crollo.

La vicenda aveva obbligato la Procura della Repubblica di Ascoli ad aprire un fascicolo con l’ipotesi di reato di ricettazione. L’oro e il materiale prezioso era stato posto sotto sequesdto.

Le indagini dei carabinieri di Ascoli avrebbero escluso ipotesi di reato rispetto al possesso dell’oro. Il tribunale dei minori di Roma dovrà nominare però un giudice tutelare perché il giovane è ancora minorenne.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 751 volte, 1 oggi)