ARQUATA DEL TRONTO – “Un mese dopo vedo con piacere che i soccorsi vanno avanti, e che si parla già di ricostruzione. Stiamo per togliere le tende, la popolazione collabora, e noi siamo qui per dare le risposte”.

Così la presidente della Camera Laura Boldrini, nel corso della sua visita ai terremotati di Arquata del Tronto, a un mese dalla catastrofe in una nota riportata dall’Ansa: ”Mi sembrava importante esserci – ha aggiunto – perché avevamo promesso che non avremmo lasciato sole queste popolazioni”.

Rispondendo alle domande dei giornalisti sui timori degli sfollati di non poter tornare a vivere nei paesi d’origine, la presidente della Camera ha aggiunto: ”Capisco che ci siano queste ansie, queste paure, però si farà il possibile per farli ritornare. Ci saranno dei tempi, ma l’intento di tutti è che loro possano ritornare, così come ci hanno chiesto”.

La presidente della Camera ha incontrato i terremotati, i bambini di Arquata che vanno a scuola in tenda, e poi ha pranzato con sfollati e soccorritori nella tendopoli di Borgo. Nel pomeriggio ha presenziato alla messa in suffragio delle vittime celebrata dal vescovo di Ascoli Piceno mons. Giovanni D’Ercole.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 147 volte, 1 oggi)