ASCOLI PICENO – Durante il match, recupero della seconda giornata di campionato, i tifosi bianconeri ritirano striscioni, bandiere e si astengono dal sostenere la squadra. L’unico coro prima di abbandonarsi alla protesta è stato “Ci volete così”. Cosa è successo?

Su Facebook, nella pagina degli Ultras 1898, arriva in un post lo sfogo degli tifosi:”SIAMO ARRIVATI AL LIMITE !”

A fine primo tempo abbiamo deciso di piegare gli striscioni ed abbandonare la nostra curva per una serie di situazioni che si protraggono da tempo e non ci permettono più di vivere lo stadio e sostenere la squadra come piacerebbe a noi.

Mentre ci viene permesso di entrare in una curva palesemente inagibile passando proprio nella zona a rischio crolli , si continua da mesi a mantenere la massima fiscalità ed intransigenza su questioni irrilevanti come:

– ingresso dei palloncini per le vittime del terremoto.

– impossibilità di fare entrare megafoni e tamburi nonostante non abbiamo mai arrecato problemi di sorta

– ingresso vietato a chi dimentica il segnaposto pur se provvisto di tessera ed abbonamento

– lunghissime e avvilenti trafile burocratiche sul materiale usato e assurde certificazioni per coreografie e simili.

A questa situazione ha contribuito anche una società che , da quando è subentrata , continua ostinata a criminalizzare gli ultras sulla stampa ,attraverso continue e costanti interviste e dichiarazioni.

Valuteremo nei prossimi giorni eventuali iniziative in merito e le comunicheremo alla tifoseria.

LA CURVA SUD COSTANTINO ROZZI È LA NOSTRA CASA !

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 359 volte, 1 oggi)