ASCOLI PICENO – Giornata importante per la Diocesi di Ascoli Piceno, con centinaia di persone guidate dal vescovo Giovanni D’Ercole e partite dal Piceno con oltre 20 pullman che sono state ricevute da papa Francesco nell’udienza del mercoledì.

“Il pontefice ha ricordato la diocesi ascolana come quella di un territorio funestato dal terremoto del 24 agosto- dice il sindaco di Ascoli Guido Castelli, presente all’udienza-. Ha rivolto un saluto affettuoso a tutti i fedeli ed in particolare al sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci”.

Questa udienza era stata organizzata prima del sisma ed era stata concepita anche per presentare al Papa i quattro ragazzi dell’istituto industriale “Fermi” di Ascoli Piceno che hanno vinto le “Olimpiadi della scienza” a Pechino brevettando il “bastone intelligente” che è stato regalato oggi al pontefice.

“E’ stato un incontro indimenticabile e memorabile- aggiunge Castelli-. La nostra è una terra che ha sofferto e sta soffrendo a causa del sisma ma che ha anche giovani capaci e talentuosi che possono dare nuovo slancio al futuro”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)