ARQUATA DEL TRONTO – Il 26 settembre, data in cui ricorre il triste anniversario dei 19 anni dal terribile terremoto del 1997 che colpì l’Umbria e le Marche, il Sottosegretario Gianpiero Bocci ha visitato le zone colpite dal recente sisma del 24 agosto, accompagnato dal Capo del Corpo Nazionale, ing. Giomi, e dal Direttore Centrale per l’Emergenza e il Soccorso Tecnico, ing. Romano.

Alla presenza del Direttore Regionale per l’Umbria, ing. Ruggiero, e del Comandante del COA, ing. Monopoli, l’On. Bocci, in Norcia, ha prima incontrato le squadre Vvf impegnate nella realizzazione di alcuni interventi di riduzione delle criticità strutturali e successivamente si è recato presso la sede del Comando Operativo Avanzato.

L’on. Bocci ha avuto parole di ringraziamento per tutto il personale che sta operando a servizio della popolazione in un territorio già duramente segnato dagli eventi sismici del 79 e del 97.

La visita è proseguita ad Amatrice, con un breve sopralluogo in zona rossa, e successivamente ad Arquata, presso il Comando Operativo Avanzato, dove ad attenderlo era presente il Direttore Regionale, Ing. Bonessio, e il Comandante del COA, ing. Tusa, insieme ad una rappresentanza del personale.

Nel pomeriggio il Sotttosegretario ha visitato il Comando Operativo Avanzato di Cittareale, alla presenza del Direttore Regionale, ing. Di Grezia, e del Comandante, ing. Mantovani, che hanno illustrato all’On. Bocci, l’importante impegno del Comando di Cratere nel territorio reatino, fortemente colpito dall’evento sismico.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)