ARQUATA DEL TRONTO – A poco più di un mese dal terremoto del 24 agosto si sono riaccese le luci della Rocca di Arquata del Tronto, fortezza medievale simbolo della cittadina terremotata. Il monumento è tornato ad illuminarsi grazie anche allo sforzo e all’impegno dei tecnici di e-distribuzione (società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica) che hanno lavorato, di concerto con vigili del fuoco e tecnici del Comune, in mezzo agli edifici crollati o pericolanti del centro storico, oggi “zona rossa”.

Tra i lavori eseguiti dall’azienda elettrica, 60 forniture per l’emergenza (tendopoli, servizi, sedi provvisorie di uffici e strutture pubbliche), con la realizzazione di 5 nuove cabine elettriche in grado di erogare l’energia necessaria, anche in aree non normalmente elettrificate.

Eseguiti 300 sopralluoghi, verifiche ed interventi per la messa in sicurezza dei cavi elettrici sugli edifici danneggiati dal sisma e 180 verifiche in cabine elettriche.

In campo una task force di oltre 100 tecnici.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)