ASCOLI PICENO – Il Comune di Ascoli Piceno si aggiudica un altro importante finanziamento da parte dell’Anci per realizzare una nuova iniziativa nel settore culturale e delle politiche giovanili con fondi della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il progetto si chiama SPACE. SPAzi Creativi contEmporanei ed è rivolto a giovani creativi under 35 chiamati a una maggiore partecipazione alla vita culturale cittadina e a contribuire al processo di rigenerazione urbana mediante i linguaggi della contemporaneità.

Il progetto, della durata di un anno e del valore complessivo di euro 289 mila, avrà sede in alcuni spazi in disuso del Polo Culturale Sant’Agostino, già oggetto di un più ampio progetto rigenerativo dell’Amministrazione.

Il progetto si è classificato terzo (a pari merito con il Comune di Perugia e preceduto solo da Ferrara e Lucca) su 39 proposte presentate da Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti.

“Un altro straordinario risultato – commenta il Sindaco Guido Castelli – che ci consente di dare continuità a una serie di progetti e iniziative culturali complesse rivolte ai più giovani, intraprese dall’Amministrazione negli anni passati. L’esperienza progettuale che il nostro comune ha maturato nel campo della cultura e delle politiche giovanili rende Ascoli un punto di riferimento a livello nazionale in queste materie. Sono le materie più importanti : quelle che preparano al futuro le nuove generazioni ”.

SPACE è stato ideato in risposta al bando “Giovani RiGenerAzioni Creative. Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali di sviluppo della creatività giovanile per la rigenerazione urbana”.

“Una preziosa occasione – sostiene l’Assessore alle Politiche Giovanili Massimiliano Brugni – per continuare a supportare i giovani del territorio piceno nel processo di crescita personale e professionale e mantenere sempre aperto un canale di comunicazione con loro”.

Il progetto sarà realizzato in collaborazione a una prestigiosa e consolidata rete di partner che metterà a disposizione del progetto esperienze e competenze tecniche di settore fondamentali per l’attuazione delle varie fasi progettuali: la società Melting Pro Learning, il Consorzio Universitario Piceno, l’Associazione Marchigiana Attività Teatrali (AMAT), l’Accademia di Belle Arti di Macerata, le associazioni Cotton Lab, Defloyd, Dimensione Ascoli, Atelier 1 e la società Acme Lab.

“Sarà un altro importante tassello alla programmazione culturale della città – sostiene l’Assessore alla Cultura Giorgia Latini – realizzato mediante un approccio intersettoriale e integrato fra i vari assessorati del Comune”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 88 volte, 1 oggi)