ASCOLI PICENO – Realizzata una speciale barriera di protezione della carreggiata dal rischio di caduta di massi e macerie determinato dal sisma del 24 agosto.

Anas – in accordo con Regione Marche, Vigili del Fuoco, Genio militare e Protezione Civile – ha riaperto al transito la strada statale 4 “Salaria” a Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. La circolazione è consentita a senso unico alternato regolato da semaforo.La chiusura si era resa necessaria lo scorso sabato 1 ottobre per garantire l’incolumità degli utenti e consentire gli interventi di protezione della carreggiata, sulla quale incombe il rischio di caduta di massi e macerie provenienti dal centro abitato di Pescara del Tronto, duramente colpito dal terremoto dello scorso 24 agosto (foto allegate), rischio aggravato dalle condizioni meteorologiche.

Data la particolare complessità della situazione, il tavolo tecnico che si era riunito presso la Dicomac – Direzione di comando e controllo istituita a seguito del sisma – ha individuato soluzioni tecniche ad hoc, al fine di consentire un rapido ripristino della transitabilità.

In particolare, è stata realizzata una speciale barriera costituita da una doppia fila di pesanti container riempiti di materiale inerte, in grado di salvaguardare la sede stradale da eventuali frane o crolli. La Regione Marche ha inoltre installato un sistema di monitoraggio con sensori in grado di rilevare eventuali movimenti del materiale instabile, attraverso sistemi di telecontrollo in tempo reale.

Le lavorazioni proseguono con turnazioni 24 ore su 24 per accelerare la conclusione degli interventi. In alcune fasi potrebbe rendersi necessaria la temporanea interdizione al traffico.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)