ASCOLI PICENO – Tre magistrati della Procura di Ascoli Piceno indagheranno sulle conseguenze del terremoto del 24 agosto scorso che ha causato morte e distruzione nel territorio del Comune di Arquata del Tronto.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, il procuratore capo Michele Renzo ha affidato ai sostituti Umberto Monti, Cinzia Piccioni e Mara Flaiani il fascicolo che al momento resta aperto a modello 45 (notizie che non costituiscono reato).

I tre magistrati sono a a capo di un pool investigativo che comprende Carabinieri, Polizia, Forestale, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco.

In Procura sono arrivate denunce di privati cittadini. “Persone – ha spiegato Michele Renzo – che hanno affidato a ditte e tecnici lavori di ristrutturazione di abitazioni che sono crollate con il terremoto o hanno riportato gravi danni”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)