ARQUATA DEL TRONTO – “Risarcimento del cento per cento delle prime case annesse al cratere sismico, del cento per cento delle attività produttive e del cento per cento delle seconde case per l’area del cratere sismico, con l’allargamento alle aree interne che il decreto farà. Il 50% sul resto, cose che nell’ultimo terremoto di Marche e Umbria invece non era prevista. Quindi una risposta come non c’era mai stata”.

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli sui contenuti del decreto post terremoto anticipati da Renzi ad Arquata in una nota riportata dall’Ansa.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 106 volte, 1 oggi)