ASCOLI PICENO – Nell’ambito delle misure di politica di sostegno alla Famiglia i “Centri di Ascolto” presenti nelle scuole di ogni ordine e grado dei comuni dell’Ambito Sociale XXII, rappresentano da oltre 10 anni un servizio di fondamentale importanza per prevenire il disagio e intervenire precocemente su di esso, nella consapevolezza che il malessere che un bambino o un adolescente può trovarsi a vivere, non è riconducibile esclusivamente a fattori di natura psicologica, ma molto spesso deriva da un complesso di fattori eterogenei.

Il Centro d’Ascolto svolto da psicologi in stretta collaborazione con insegnanti e genitori, costituisce una sorta di antenna sensibile per recepire il disagio giovanile in un contesto di vita particolarmente significativo per il minore e per la sua famiglia quale è la scuola. Gli interventi vanno dalla consulenza individuale a studenti, genitori e insegnanti ad attività di vera e propria formazione su temi cruciali individuati dall’Istituto. Nei confronti di famiglie in condizione di temporanea difficoltà vengono attuati brevi percorsi di sostegno in collaborazione con i servizi sociali e socio-sanitari territoriali.

“Un progetto così importante, di cui tutti gli Istituti Scolastici del territorio hanno più volte dichiarato di non poter fare a meno e per il quale il nostro Comune è stato riconosciuto a livello nazionale Comune Amico della Famiglia, ha rischiato di essere cancellato già dallo scorso anno, a causa dell’azzeramento dei Fondi Regionali (lr.9/2003 servizi) ad esso dedicati. Esaurite le economie che ci hanno consentito nel 2015 di proseguire il servizio, di fronte alla concreta ed imminente chiusura dei Centri, abbiamo fatto una scelta forte e chiara, deliberando nel Comitato dei Sindaci dell’Ambito Territoriale, lo stanziamento di una somma utile alla prosecuzione del progetto, attingendo alle casse dei comuni, che hanno votato la misura all’unanimità” affermano dall’amministrazione comunale.

“Siamo sicuri con ciò di rendere un buon servizio ai nostri bambini e ragazzi, alle famiglie e a tutta la comunità” afferma l’assessore Donatella Ferretti.

“Per i prossimi anni- conclude il sindaco Castelli – il nostro impegno sarà costante nel cercare di reperire ogni possibilità di finanziamento Regionale Statale o Europeo che possa garantire una prosecuzione del servizio in maniera sempre più stabile ed organica”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 39 volte, 1 oggi)