ASCOLI PICENO – Sabato al Del Duca arriva l’Hellas Verona di Pecchia, i bianconeri di Agletti si preparano per cercare di invertire la rotta negativa di quest ultime giornate. Il match sarà diretto da Aleandro Di Paolo di Avezzano, coadiuvato da Giovanni Baccini di Conegliano e Marco Chiocchi di Foligno, quarto Ufficiale Alessandro Chindemi della sezione di Viterbo. Ieri seduta defaticante per Hallberg, rientrato dalla Nazionale e lavoro differenziato per Cacia e Augustyn. Si sono allenati regolarmente Orsolini, Cassata e Favilli, dopo l’impegno con la Nazionale.

Il DS Giarretta, crede e spera che la squadra sabato possa invertire la rotta e tornare a fare punti, anche se contro la squadra più accreditata del campionato, costruita per tornare in serie A, che vanta tra gli altri giocatori come Pazzini. IL Ds acusato di aver investito troppo sui giovani e poco su calciatori esperti:”Non parliamo degli svincolati, i giocatori della rosa attuale possono darci soddisfazioni. Dopo la sconfitta di Novara la mia testa era già alla gara col Verona. C’è una squadra da far rialzare e non ci poteva essere partita migliore per motivare i ragazzi, in queste partite ci si motiva da soli. Ci vuole però più sacrificio, il Verona è una squadra forte è vero i giovani possono soffrire la pressione ma sono anche incoscienti e a volte l’incoscienza aiuta. Risaliremo presto.”

Il mister degli scaligeri Fabio Pecchia: «L’Ascoli è una squadra difficile, che subisce molto poco, hanno giovani interessanti e giocatori forti. Vedo una squadra che ha un’idea di gioco, compatta, non certo in difficoltà. A Novara potevano vincere, hanno creato tanto, quindi questa partita presente delle insidie. Dobbiamo affrontarli con la giusta mentalità». (fonte: hellasverona.it)

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)