ASCOLI PICENO – Sconfitta pesante in casa contro il Verona di Pecchia. Aglietti schiera Favilli dal primo minuto in sostituzione di Cacia infortunato che non viene rischiato e nemmeno portato in panchina. Ascoli che parte con un 4-2-3-1 con una linea difensiva composta da Mengoni e Augustyn al centro e Almici e Mignanelli ai lati, a centrocampo Bianchi e Addae,  Gatto tre quartista, con Orsolini e Lazzari esterni e Favilli in avanti.

Ascoli che parte subito con un pressing alto, Orsolini e Lazzari mettono in difficoltà la difesa gialloblu, dopo un minuto Lazzari si divora un gol fatto poi sono diverse le azioni pericolose create nella prima mezz’ora ma nè Favilli nè Gatto riescono ad andare in gol sprecando così occasioni che avrebbero cambiato la partita, un gol annullato a Orsolini per presunto offside e poi arriva il vantaggio degli ospiti firmato Pazzini, Il centravanti svetta di testa, ma l’Ascoli recrimina un fallo su Mengoni, ed infila a porta vuota sfruttando la sponda di un compagno.  Al 47 esimo del primo tempo viene espulso Addae per un fallo su Pazzini che poteva essere evitato. Ascoli in dieci per tutto il secondo tempo e partita che si complica.

Al rientro dopo l’intervallo nonostante l’inferiorità numerica i bianconeri sono ancora aggressivi e cercano in tutti i modi il gol e lo trovano con Augustyn di testa  ma l’arbitro annulla la rete per un presunto fallo sul portiere. Poi il Verona prende fiducia, raddoppio con Zaccagni con un preciso diagonale, l’Ascoli accorcia le distanze con Orsolini che raccoglie un palloine in area e al volo infila alle spalle di Nicolas quello che è il suo primo gol in serie B. Poi il Verona prende campo e sigla negli ultimi dieci minuti due reti con Bessa, azione personale, e Pazzini, che rendono pesante il passivo per i bianconeri che avrebbero meritato di più ma hanno pagato l’inferiorità numerica e una direzione arbitrale decisamente favorevole agli ospiti.

Pecchia, mister del Verona:”Ci hanno messo alle corde  e in difficoltà ho fatto i complimenti ad Aglietti. peggior partite perchè non avevamo mai concesso così tanto sono soddisfatto perchè vincere una partita del genere ci da fiducia. La classifica va guardata alla fine , si pensa partita per partita. Abbiamo concesso molto, sono entrati molto facilmente, poi dopo essere andati in vantaggio dovevamo gestirla meglio. Pazzini è un campione al di là del gol è il suo atteggiamento sempre positivo che ha.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)