ASCOLI PICENO – Venerdì Ascoli di nuovo in campo contro il Cittadella. Pochi giorni per recuperare e molti gli acciaccati. Le parole del centravanti bianconero Favilli, uscito dal campo prima contro il Verona, per una strana torsione del ginocchio:”Fisicamente sto abbastanza bene temevo peggio, oggi farò una risonanza, sarà difficile recuperare per venerdì. ”

Riguardo la gara con l’Hellas:”siamo molto amareggiati, fin dalla fine del primo tempo, perché giocare contro la squadra più forte del campionato in questo modo e stare sotto non è giusto. Rimanendo in undici sull’uno a zero qualcosa portavamo a casa. Col cambio di modulo c’è stato più appoggio per me, è un periodo difficile, anche perché lo scorso anno i gol l’ho fatti. L’attaccante quando non segna poi mentalmente sta male.

Il Cittadella rivelazione ma in calo:“Se affrontiamo la partita con il piglio giusto e la consapevolezza di essere forti possiamo sempre portare a casa il risultato. Ora servono i fatti, basta parole. Sicuramente sento la pressione dell’ultimo posto, dopo quattro sconfitte consecutive è normale. Con Cacia il peso della qualità cambia e si sente, devo segnare almeno quanto segna lui. Perez è più esperto di me e saprà uscire da questa situazione perché psicologicamente è più forte“

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 70 volte, 1 oggi)