MONTEGALLO – Il 24 agosto molti Comuni della Provincia di Ascoli sono rimasti coinvolti dal tremendo sisma. Il terremoto ha portato morte e distruzione.

Montegallo, fortunatamente, non ha avuto vittime ma ha subito comunque un dramma. La distruzione ha causato la perdita di molti beni. La cittadina picena è stata “adottata” dall’Emilia-Romagna che ha provveduto alla realizzazione della cittadella. Domenica 25 settembre è stato inaugurato il Centro multifunzionale realizzato nel campo sportivo del paese dove in moduli riscaldati e con opere di urbanizzazione complete sono collocate le sedi del Municipio, della Scuola primaria ‘Rizzi’, della Farmacia e dell’ambulatorio del medico di base e del Corpo forestale dello Stato. Realizzata anche la chiesa.

Il 15 ottobre sono stati chiusi i campi tenda di Montegallo. La comunità, piano piano, sta cercando di tornare alla normalità.

L’associazione no profit Egeria ha realizzato, a distanza di un mese dal terremoto, un video documentario (regia di Federico De Marco) sul territorio di Montegallo. Nel video sono intervistate alcune persone tra cui alcune che non solo hanno perso case e beni ma anche parenti ed amici morti ad Arquata e frazioni.

“Ma nel video si vuole mostrare anche la bellezza di questi posti, la natura, la magia di un vissuto millenario. La nostra speranza è quella di attirare l’attenzione su questo territorio e aiutarlo a rinascere” hanno affermato i membri dell’associazione.

Il video ha lo scopo di sensibilizzare l’attenzione verso queste zone terribilmente colpite dal terremoto, che ha reso inagibili centinaia di abitazioni e in alcuni casi intere frazioni, oltre che danneggiato monumenti e chiese di grande valore artistico (come la Chiesa di Santa Maria in Pantano nel bosco e la Chiesa di San Savino ad Uscerno).

L’obiettivo è quello di non far morire dei luoghi così belli e pieni di potenzialità turistiche, anche attraverso la creazione di iniziative culturali e laboratori artistici che possano dare un nuovo impulso e un segnale di speranza alla popolazione montegallese.

“Ringraziamo per l’aiuto fornito durante le riprese il Comune di Montegallo, la Protezione Civile, il Corpo Forestale dello Stato e gli Abetito Galeotta, presenti nel video con il loro brano ‘Cartoline da Montegallo’ ” hanno dichiarato i membri dell’associazione.

Riportiamo il brano ‘Cartoline da Montegallo’ – Abetito Galeotta

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)