ARQUATA DEL TRONTO – “Un po’ proviamo ad immaginarcelo, ma non è come essere lì e viverlo insieme a voi. Quando il terremoto è arrivato qui in Emilia, dove è nato il nostro progetto, abbiamo raggiunto le tendopoli di Bomporto perché i ragazzi come noi hanno bisogno di raccontare, perché abbiamo bisogno di sentirci collegati, farci sentire in tutto il mondo. Quindi pronti, arriviamo con cuffie microfoni e tutti i nostri inviati per formare con voi di Acquasanta, Arquata del Tronto etc una nuova redazione di Radioimmaginaria. Sarà una festa fighissima e non vediamo l’ora di conoscervi. Aspettateci il 21-22-23 ottobre”

Con questa lettera gli speaker di Radioimmaginaria, informano gli adolescenti colpiti dal terremoto del 24 agosto, il desiderio di consegnare l’occorrente per una redazione permanente con cui comunicare, e restare collegati ai propri coetanei. Avranno strumentazione, e quanto necessario per entrare a far parte di Radioimmaginaria. Per iniziare, i nuovi speaker saranno 5. Tutti ragazzi da 11 a 14 anni provenienti dall’Istituto Comprensivo Acquasanta Terme (primario e secondario). L’istituto è composto da circa 315 ragazzi e 60 insegnanti.

I comuni che fanno parte dello stesso plesso scolastico sono Arquata del Tronto, completamente rasa al suolo, Accumuli, rasa al suolo, Monte Gallo, fortemente colpita così come Acquasanta Terme.

Il 21 ottobre da Castel Guelfo parte una delegazione di adolescenti con l’intento di raggiungere Acquasanta e organizzare una festa per inaugurare la nuova antenna di Radioimmaginaria.

La festa la facciamo sabato 22 dalle 15”, dicono gli immaginari “Poi dobbiamo insegnare ai futuri colleghi come usare le strumentazioni, un po’ di abc della radio ma soprattutto dobbiamo passare una bellissima giornata insieme”

Hanno aderito all’idea Zanichelli che omaggia gli studenti terremotati di dizionari, Smemoranda con i diari, Biostile con una vela fotovoltaica, il cantante Beat Boxer Andrea D’Alessio, e tanti altri amici coinvolti in un’azione di sostegno forse utile a mantenere vivo un collegamento, tra questi ragazzi e il resto dei loro coetanei.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)