ASCOLI PICENO – Negli ultimi giorni il consigliere regionale Piero Celani aveva criticato, sulla sua pagina ufficiale Facebook, il decreto terremoto approvato dal Governo contestando duramente istituzioni della Regione e della Provincia di Ascoli per i sopralluoghi e le norme contenute.

Non si sono fatti attendere delle reazioni a queste considerazioni. Il sindaco di Force, Augusto Curti, ha diramato una nota che riportiamo.

“Vorrei porre alcune riflessioni rispetto alle ingenerose critiche che il consigliere Celani ha fatto nei confronti di chi giorno e notte si adopera per la risoluzione dei problemi successivi al sisma del 24 agosto. Il decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri che verrà convertito in legge nei primi  giorni di dicembre  chiarisce compiti, obiettivi, criteri e somme a disposizione” afferma il primo cittadino del borgo ascolano.

“Come sindaco mi ritengo soddisfatto del lavoro fatto dal governo sia per la celerità  ma soprattutto per i contenuti che il decreto contiene: per la prima volta anche le seconde case verranno risarcite,  nei   centri storici,  che sono stati  i più colpiti,  sono  previsti  piani di recupero che interesseranno tutti i comuni toccati dal sisma. Da non sottovalutare infine che le risorse  necessarie per la ricostruzione, stimate per circa 4,5 miliardi di euro, saranno integralmente stanziate con la prossima legge di stabilità, questo sta a  significare che già  all’ inizio del 2017 vedremo  i primi interventi sui nostri comuni; ma il decreto prevede molto altro ancora che nei prossimi giorni andremo ad approfondire con  i nostri  concittadini” ha aggiunto il sindaco di Force.

“Il lavoro fatto fino ad oggi dal Commissario Errani in accordo con il Presidente della Regione Ceriscioli e con la Vice Presidente Anna Casini che è stata ed è costantemente nel territorio  è più che convincente e rappresenta un’ importante  risposta  ad un territorio ferito  che dalle istituzioni si aspetta fatti  concreti piuttosto che polemiche sterili. Il consigliere Celani sembra  voglia mischiare le valutazioni tecniche rispetto a quelle politiche. Ingerenze di questo tipo nelle Marche non sono ammesse. E proprio da Ascoli non sembrano essere arrivate grandi lamentele per la scelta del governo” ha dichiarato Augusto Curti.

“Nell’invitarlo a prodigarsi per il bene comune evitando strumentali critiche, mi preme ringraziare in particolare il  Dipartimento di Protezione Civile  Nazionale e Regionale,  assieme al governo, alla regione ed alla provincia che ha da subito hanno manifestato vicinanza alle popolazioni colpite.  Da subito infatti l’On Agostini ed il Presidente D’erasmo si sono recati sui luoghi colpiti dal sisma e non hanno mai diminuito la loro costante attenzione verso i nostri comuni ed i nostri cittadini. Un fatto mai visto prima, che tutti i cittadini hanno notato. Il tutto senza il clamore di selfie e comunicati” ha concluso il sindaco di Force.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)