ARQUATA DEL TRONTO – Dovrebbero arrivare a primavera le casette di legno temporanee da collocare in aree vicine ai centri abitati delle zone terremotate.

E’ quanto emerso durante una riunione presso il Ccr di Pescara del Tronto, a cui hanno partecipato il commissario straordinario Vasco Errani e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, prima della messa celebrata il 23 ottobre dal vescovo di Ascoli Piceno mons. Giovanni D’Ercole, alla presenza della presidente della Camera Laura Boldrini, due mesi dopo il sisma del 24 agosto.

Ad Arquata del Tronto al momento sono state individuate sei aree idonee a ospitare circa 160, da valutare una settima a Capodacqua.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 77 volte, 1 oggi)