CASTEL DI LAMA- Fratelli d’Italia di Castel di Lama interviene per analizzare e approfondire alcuni temi delicati e d’attualità che riguardano la vita politica del territorio. Dopo che il gruppo ha lavorato per mesi con dinamismo e impegno.

«Innanzitutto, quanto alla discussione sul tema dei rifiuti tra cui la lettera sottoscritta da vari sindaci del Piceno, è nostra intenzione – si legge in una nota della locale sezione – prendere le distanze in modo chiaro e netto, visto che tra i firmatari del documento risulta esserci anche il sindaco di Castel di Lama. Una iniziativa presa, tra l’altro – aggiunge Fratelli d’Italia – senza alcuna condivisione con noi».

In particolare, secondo il segretario comunale Mauro Cori, «Riteniamo queste polemiche sui rifiuti assolutamente strumentali e inopportune. E anche se non siamo a favore di Relluce, non vogliamo essere strumentalizzati da interessi politici, né vogliamo assolutamente difendere la vicenda del conferimento dei rifiuti in una discarica privata nel Bretta che appare discutibile, poco chiara e sulla quale vi è un contenzioso legale in corso».

Da parte sua, Ersilio Corradetti, assessore ai Lavori pubblici, aggiunge: «Grazie all’ottima collaborazione tra gli assessori, abbiamo dato un nuovo impulso al nostro Comune che stava vivendo un momento di blocco amministrativo. Ora però non possiamo condividere questo documento politico firmato anche dal nostro sindaco che non fa il bene dei nostri cittadini ma serve solo ad interessi politici offidani. Sul tema dei rifiuti – aggiunge Corradetti – io non sono a favore di Relluce ma neppure di Geta.

Quindi chiediamo al presidente della Provincia D’Erasmo di fare chiarezza su questa vicenda. Se occorre, mi farò promotore per trovare con il sindaco di Ascoli Castelli un punto di incontro su questo tema, a garanzia degli interessi dei nostri cittadini. Le questioni che riguardano il bilancio del Comune di Ascoli sono chiari attacchi politici che nulla hanno a che fare con la vicenda Relluce, non dimenticando che nel passato anche il bilancio di Castel di Lama ha beneficiato dell’eco-indennizzo che invece oggi non c’è più».

Infine il portavoce provinciale Marco Fioravanti, ricorda che il gruppo di Fdi è entrato in maggioranza con un patto di collaborazione tra Castel di Lama ed Ascoli «per far sì che si possa trovare un accordo su temi chiari e precisi: l’integrazione del servizio deiVigili Urbani; l’inserimento del Comune di Castel di Lama in un progetto importante che stiamo sviluppando con il Ministero dell’Ambiente: e il prolungamento della pista ciclabile che coinvolgerà anche il Comune lamense grazie al finanziamento di 18 milioni sulla rigenerazione urbana.

Negli ultimi giorni invece – conclude Fioravanti – abbiamo riscontrato un atteggiamento poco costruttivo e di sudditanza verso il potere offidano. E questo a discapito dei cittadini. Dunque per questo chiediamo da subito un riequilibrio all’interno della giunta e un appoggio ufficiale della maggioranza alla candidatura del nostro assessore Ersilio Corradetti a far parte del prossimo Consiglio Provinciale».

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)