MACERATA – Alle 19.10 del 26 ottobre, un nuovo evento sismico di magnitudo 5.4, ha colpito la provincia di Macerata, nell’area compresa tra i comuni di Visso, Castelsantangelo sul Nera e Ussita.

All’evento, avvertito in tutta l’Italia Centrale, è seguito un intenso sciame sismico, con una forte replica alle ore 21.18, di magnitudo 5.9, con epicentro nella medesima zona, maggiormente avvertita per la sua durata, ed una ulteriore replica alle 23.40, di magnitudo 4.3..

Numerosissime le segnalazioni alle Sale operative dei Vigili del Fuoco e immediati i soccorsi, con l’attivazione delle squadre VVF per verifiche, interventi di soccorso e assistenza alla popolazione. Le risorse territoriali e extraterritoriali già presenti nei luoghi del terremoto, sono state integrate con risorse provenienti dalla Toscana, dal Lazio, dall’Abruzzo, dal Molise e dall’Emilia Romagna, con invio di sezioni operative,Team USAR, Cinofili e Nuclei TLC per circa 430 unità, Attualmente stanno operando complessivamente circa 980 unità VVF.

Attivati i Reparti Volo di Bologna, Rieti e Pescara per l’effettuazione di sorvoli delle zone colpite e per l’impiego dei droni in attività di verifica.

Segui gli aggiornamenti in DIRETTA, CLICCA QUI

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 168 volte, 1 oggi)