PAGLIARE DEL TRONTO – Dare luce ai diversi generi teatrali attraverso la messa in scena di capisaldi della drammaturgia che ne traccino il percorso storico: è ciò che si propone il gruppo teatrale Sipario Aperto di Donatella Allevi a Pagliare del Tronto che, domenica 30 ottobre alle ore 21.15, proporrà al centro Pacetti di Monteprandone “Le Troiane di Euripide”, una rappresentazione ispirata alla tragedia scritta da Euripide nel 415 a.C. dal titolo omonimo.

La tragedia greca è stato l’argomento di studio degli allievi del corso estivo di Laboratorio Progetto Teatro curato dal regista ascolano Tonino Simonetti che da alcuni anni collabora con il gruppo Sipario Aperto preparando ragazzi e appassionati all’arte della recitazione.

Progetto Teatro è il laboratorio-scuola, con sede presso il centro Pacetti di Monteprandone, dove il Maestro Simonetti tiene il corso gratuito di recitazione – iniziato lunedì 17 ottobre – aperto a chiunque voglia mettersi in gioco ed esplorare se stesso attraverso lo studio delle diverse tecniche propedeutiche alla formazione di attore.

Con “Le Troiane di Euripide” Tonino Simonetti porta sul palco le donne protagoniste della sanguinosa guerra di Troia: Ecuba (Donatella Allevi), Cassandra (Raffaella Camaioni), Andromaca (Luigina Allevi), Elena (Nastasia Napoli)

Dieci anni di insensate uccisioni raccontate attraverso il dolore e la dignità di queste donne che hanno saputo affrontare la schiavitù da popolazione vinta senza perdere di vista l’integrità morale e la saggezza propria della natura femminile.

La componente maschile vede Simone Catalini nei panni di Menelao; Emidio Alfonsi interpreta il messaggero Taltibio, mentre Renato Almonti ricopre il ruolo del dio Poseidone.

Nella sua struttura, la tragedia greca prevede la presenza del coro, una figura di raccordo con la parte recitata, che in questa rappresentazione è composto da: Maria Angela Alessandrini, Patrizia Pezzella, Gaia Marsili, Cristina Nardirocchi.

“Vogliamo ringraziare Stefano Stracci, sindaco di Monteprandone, – spiega la presidente di Sipario Aperto Donatella Allevi – perché da sempre crede nella cultura, nelle sue molteplici sfacettature. Perché il teatro è cultura. Inoltre, un ringraziamento va al gruppo teatrale Laboratorio Progetto Teatro e al nostro regista Tonino Simonetti, un artista che ha conquistato la vetta dei cinquant’anni di regia”.

La regia di Simonetti ruota attorno ad un parallelismo con i tempi moderni: la tragedia di Euripide pone l’accento sull’insensatezza delle azioni di forza, sulla bramosia di prevaricazione per interessi economici (Troia rappresentava un punto strategico sullo stretto dei Dardanelli, via di accesso al Mar Nero), sull’assenza di etica e morale, atteggiamenti che l’uomo, dopo tanti secoli, non ha ancora abbandonato.

L’ira e la frustrazione di Menelao, a seguito del rapimento della moglie Elena da parte di Paride figlio del re Priamo e della regina Ecuba di Troia, daranno seguito ad una serie interminabile di attacchi fino alla sua completa distruzione. Da questa violenza le donne della casa reale perderanno mariti e figli e saranno ridotte in schiavitù: Ecuba, la regina, fu schiava di Ulisse; Cassandra, profetessa inascoltata figlia di Ecuba, fu ostaggio di Agamennone (fratello di Menelao); Andromaca, moglie di Ettore, primogenito di Ecuba, divenne la concubina di Neottolemo, figlio di Achille.

“Le Troiane di Euripide” domenica 30 ottobre 2016 ore 21.15 Centro Pacetti – Monteprandone

Ingresso Gratuito

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)