SAN SEVERINO MARCHE – Quartiere Uvaiolo e Rione Settempeda sono in assoluto le zone più colpite della città dopo il terribile risveglio di domenica mattina.

La terra ha ruggito, un boato si è levato e con esso tanta polvere.

Il centro storico però è rimasto fortunamatante  intatto. La torre degli Smeducci è ancora in piedi, un po’ acciaccata, a fare da faro per chi arriva in città.

I danni, questo è il più grande paradosso, inspiegabile agli occhi di tutti, hanno interessato i quartieri più nuovi di San Severino.

Come mai? Qualcuno, prima o poi, dovrà darne spiegazione. Si spera.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)