ASCOLI PICENO –  Settimana concitata per il territorio Piceno. Dopo il sisma parla l’Amministratore Unico dell’Ascoli Picchio , Andrea Cardinaletti.

Punto della situazione da parte dell’A.d.: “Momento straordinario per la nostra città. Siamo in attesa come tutti di conoscere.la decisione indetta domani per le 17.30 da parte del comitato provinciale. Noi siamo una componente del nostro territorio e vogliamo continuare a fare il nostro laviro, ci sembra utile ed è il contributo che diamo alla città con le nostre prestazioni. Sono molto contento del comportamento del nostro team ed insieme ai giocatori abbiamo deciso di continuare a lavorare sul territorio. Molti tra giocatori e staff vicino qui. La soluzione è di rimanere sul territorio, sintomo del fatto che il gruppo abbia solidità. Stiamo vivendo questa situazione particolare con molta serenità e abbiamo voglia di riprendere il lavoro e giocare le partite quando sono previste.”

Non mi sono mai allarmato nel momento in cui non abbiamo avuto buoni risultati. La componente dell’equilibrio e la programmazione ci deve appartenere sempre. Sono contento delle risposte della squadra nelle ultime settimane. Penso che siamo stati bravi a mantenere fiducia intorno alla squadra. Critiche giuste ma non forzate, stiamo crescendo anche sotto questo punto di vista.”

“Ci sono squadre attrezzate che stanno raccogliendo meno di quello che seminano. Il campionato è lungo e i risultati si vedranno sul medio e lungo termine. Ononeremo la maglia abbiamo una responsabilità per la città e per il territorio.”

Stiamo andando avanti anche sul centro sportivo bene e non è detto che non sarà di proprietà. Grazie al supporto dei tecnici e delle istituzioni porteremo li la prima squadra il più presto possibile. Dal prossimo anno tutte le nostre squadre inizieranno al Picchio Village.”

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)