MACERATA – In seguito alle numerose richieste delle amministrazioni locali delle zone terremotate, di supporto ai propri uffici per l’attività di verifica sugli edifici pubblici e privati, la Federazione Ordini ingegneri delle Marche e gli Ordini territoriali hanno messo a punto un Protocollo d’intesa, già sperimentato con successo tra il Comune e l’Ordine degli ingegneri di Ascoli dopo il sisma del 24 agosto, da sottoscrivere con i sindaci.

L’attività richiesta in questa fase non riguarda la compilazione delle schede Aedes, ma interventi immediati per coadiuvare come volontariato tecnico (in modo totalmente gratuito) i tecnici delle amministrazioni locali a favore della sicurezza pubblica.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)