ANCONA – Proseguono i sopralluoghi ed aumenta la conta dei danni, dopo l’ultima scossa del 30 ottobre.

Ad oggi (4 novembre) nelle Marche sono 112 i Comuni coinvolti dal sisma: 53 nel Maceratese, 26 nel Fermano, 25 nel Piceno e 8 nell’Anconetano. 235 le zone rosse delimitate perché a rischio crolli.

Le sedi municipali inagibili sono in tutto 43: 25 nella provincia di Macerata, 2 in quella di Fermo, 16 in quella di Ascoli Piceno.

Dopo i controlli effettuati questa mattina salgono a 37 le scuole inagibili: 22 nella provincia di Macerata, 5 in quella di Fermo, 10 in quella di Ascoli.

Cresce anche il numero delle attività produttive inagibili, ben 541 di cui 506 nel Maceratese, 5 nel Fermano, 26 nel Piceno e 4 nell’Anconetano. 172 infine le stalle inagibili: 146 nella provincia di Macerata e 26 in quella di Ascoli.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 712 volte, 1 oggi)