ANCONA – I numeri crescono ancora e si allarga la conta dei danni, dei Comuni colpiti e delle persone assistite dopo l’ultima scossa del 30 ottobre nelle Marche: 25.440 cittadini. Dato riferito al 5 novembre.

Ad oggi nelle Marche sono 123 i Comuni coinvolti dal sisma: 54 nel Maceratese, 27 nel Fermano, 28 nel Piceno e 14 nell’Anconetano. 253 le zone rosse delimitate perché a rischio crolli.

Le sedi municipali inagibili sono in totale 50: 24 nella provincia di Macerata, 6 in quella di Fermo, 19 in quella di Ascoli Piceno, 1 in provincia di Ancona. Dopo i controlli effettuati nelle ultime ore salgono a 49 le scuole inagibili: 25 nella provincia di Macerata, 3 in quella di Fermo, 15 in quella di Ascoli e 6 ad Ancona. Cresce anche il numero delle attività produttive inagibili, sono salite a 598 di cui 512 nel Maceratese, 17 nel Fermano, 65 nel Piceno e 4 nell’Anconetano. 208 infine le stalle inagibili: 169 nella provincia di Macerata, 11 a Fermo, 28 in quella di Ascoli.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)