ASCOLI PICENO – Proseguono ad Ascoli i vari sopralluoghi dopo i sisma di ottobre. Priorità alle strutture pubbliche in particolare alle scuole.

Tra i vari interventi c’è anche la giusta preoccupazione nel preservare le opere d’arte presenti in città in musei e chiese.Un patrimonio culturale, quello ascolano, dal valore inestimabile.

Nella mattinata del 7 novembre sono, infatti, iniziati i lavori di trasferimento delle opere dalla Chiesa di Sant’Angelo al Forte Malatesta.

Sono intervenuti i Vigili del Fuoco e gli addetti preposti al trasferimento.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 78 volte, 1 oggi)