ARQUATA DEL TRONTO –  ”Qua è impressionante. Un conto è il Tg, un conto è salire in auto e vedere le case…’puff”, tutte giù”. Così Matteo Salvini nella sua tappa ad Arquata del Tronto, devastata dal terremoto del 24 agosto, con la frazione di Pescara rasa al suolo (qui si sono registrati 48 dei 51 morti di tutte le Marche).

Affiancato dal sindaco Aleandro Petrucci e dal primo cittadino di Ascoli Piceno Guido Castelli, il leader della Lega si è trovato davanti al triste scenario di solo macerie, case sbriciolate l’una sull’altra, nessun abitante in circolazione. Tutti infatti sono sfollati e ospiti lungo la costa sambenedettese.

Sulla propria pagina Facebook il leader della Lega Nord ha pubblicato un video dove compie un sopralluogo nel borgo ascolano (CLICCA QUI).

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.016 volte, 1 oggi)