ANCONA – Si allunga di giorno in giorno la lista dei danni provocati dal sisma. Cresce il numero delle zone rosse a rischio crolli nei 122 Comuni marchigiani colpiti dal sisma: si passa da 294 a 296 (162 Mc; 20 Fm; 28 Ap; 14 An). 53 sono invece i municipi inagibili (26 nella provincia di Macerata, 7 di Fermo, 19 di Ascoli Piceno e 1 di Ancona).

Conclusi i sopralluoghi di verifica, salgono a 85 le scuole inagibili (classificate C-D-E): (37 Mc; 8 Fm; 32 Ap; 5 An). Le attività produttive dichiarate inagibili sono invece 945, di cui 883 nel Maceratese, 24 nel Fermano, 34 nell’Ascolano e 4 nell’Anconetano. Le stalle inagibili raggiungono quota 252, (153 nella provincia di Macerata, 8 in quella di Fermo, 34 nel Piceno e 57 nella provincia di Ancona.

Le persone assistite sono ad oggi 25.012 in totale: di cui 11.885 in loco (palestre, capannoni, palazzetti); 5.371 in autonoma sistemazione e 7.753 in albergo.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)