ANCONA – Dal 14 novembre 783 chilometri di strade marchigiane sono gestite dall’Anas. Con un anticipo di venti giorni, rispetto agli accordi sottoscritti lo scorso 5 e 6 ottobre, tra Regione, Azienda e Province marchigiane, l’Anas provvederà alla manutenzione delle arterie stradali trasferite.

Riguardano 531 chilometri di ex strade statali, in precedenza curate dalle Province, ora assegnate all’Anas e 252 chilometri di altre ex strade statali che non ritornano all’Azienda, ma che l’Anas gestirà sulla base della convenzione sottoscritta per conto della Regione e delle Province.

“L’anticipo di venti giorni dell’operatività della convezione è dovuto alla sollecita conclusione delle fase istruttoria da parte dei tecnici del Compartimento Anas Marche e della Regione, che ringrazio per l’impegno profuso, a testimonianza che il pubblico sa essere sinonimo di efficienza – commenta la vicepresidente e assessore alla Viabilità, Anna Casini – Avviare una convenzione di questa portata dopo quaranta giorni, rispetto ai sessanta previsti, significa poter programmare, per tempo, tutti gli interventi necessari in vista della stagione invernale, puntando sulla professionalità dell’ente deputato a questo compito. Le comunità locali, specie quelle dell’entroterra, potranno contare sulla tempestività degli interventi necessari, soprattutto in occasione degli eventi atmosferici che caratterizzano il periodo invernale. Garantire la sicurezza sarà una priorità delle Regione e dell’Anas che, insieme, hanno deciso di rafforzare la collaborazione a beneficio della comunità marchigiana”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)