ACQUASANTA TERME – Il capo della protezione civile Fabrizio Curcio ha firmato un’ordinanza che prevede un aumento del contributo di autonoma sistemazione.

Il tetto massimo sarà di 900 euro, a nucleo familiare. Nei casi di ultra 65enni, portatori di handicap e invalidi oltre il 67%, il contributo potrà raggiungere il tetto di 900 euro.

Nella mattinata del 17 novembre si sta riunendo la commissione agricoltura ad Acquasanta Terme per discutere con agricoltori e allevatori riguardo alla situazione attuale.

Il Presidente della commissione agricoltura regionale, Gino Traversini, ha esordito dichiarando che l’intento della regione è quello di ” far tornare a lavorare il territorio colpito dal sisma”.

La Regione Marche è stata colpita per 2/3 della popolazione, è doveroso dunque ” accellerare i tempi della burocrazia”.

All’incontro era presente anche l’assessore regionale Anna Casini, che si è resa disponibile a qualsiasi confronto con gli allevatori e gli agricoltori. La Casini ha affermato che ” si sta lavorando costantemente, i moduli stalla sono pronti, in attesa delle piazzole che dovranno passare previa autorizzazione del comune. Le richieste di moduli stalla sono 357, i moduli abitativi sono 357.

Da lunedì, si inizieranno i lavori ad Acquasanta, poi ad Arquata. Casini ribadisce che ” l’obbiettivo è salvaguardare il benessere degli animali, bisognerà anche dialogare con i Parchi nazionali per la ricostruzione delle stalle definitiva”.

E’ intervenuto nel dibattito anche un consigliere di minoranza regionale, appartenente alla Lega Nord, che ha chiesto, al presidente Traversini di “fare di più, di dare incentivi per evitare lo spopolamento e di limitare l’eccessiva burocrazia”.

Piero Celani ha affermato che “è fondamentale capire che la Regione è il vero interlocutore con il quale gli allevatori debbano confrontarsi”. Come consigliere di minoranza ha chiesto spiegazioni, dichiarando che ” nel Decreto ha notato una clausola che citava la possibilità di accedere ai fondi fino a esaurimento degli stessi”.

Celani ha chiesto espressamente “di aiutare le micro imprese familiari con l’ausilio di container”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)