ARQUATA DEL TRONTO – Il 16 novembre i Vigili del Fuoco del Comando Operativo Avanzato di Arquata del Tronto, con la collaborazione del Mibac, dei Carabinieri e dei militari dell’Esercito hanno effettuato il recupero di numerosi beni culturali presso la chiesa di Sant’Agata a Spelonga, frazione di Arquata.

Tra questi beni, di particolare rilievo, una teca in vetro contenente una preziosa bandiera Turca da combattimento con stemma mussulmano risalente al 1571. Si narra, che centocinquanta spelongani, parteciparono alla celebre battaglia di Lepanto e durante i combattimenti, riuscirono a strappare la bandiera da una feluca turca.

Il cimelio, fu trasportato a Spelonga e custodito nella chiesa di S.Agata, dove, periodicamente, si svolge una rievocazione storica.

Il vessillo, rappresenta da sempre, un simbolo di appartenenza per i cittadini di Spelonga e la sua messa in sicurezza, cui hanno assistito e idealmente partecipato numerosi abitanti della frazione, garantisce la continuità della storia culturale della comunità.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 2 oggi)