ASCOLI PICENO – Eroe di giornata nell’incontro fra Ascoli e Perugia, grazie alla rete del pareggio finale che ha regalato ai bianconeri un punto prezioso, Daniele Cacia si leva qualche sassolino dopo le polemiche scaturite nei giorni scorsi per il problema ‘stadio’ e la mancata ospitalità di San Benedetto e Pescara.

“La mancanza di pubblico? Mi era già capitato ma non a causa del sisma. Non è tanto il giocare a porte chiuse, anche se non è il massimo, ma tutto quello che c’è stato prima di questa partita. – afferma il bomber bianconero – Tanta gente si riempie la bocca della parola solidarietà. Si era parlato di partite del cuore e quant’altro e poi all’atto pratico nessuno ci ha dato un campo per giocare. Forse si dovrebbero fare più fatti e meno parole altrimenti fra 15 giorni ci ritroveremo con lo stesso problema. A buon intenditore, poche parole” conclude l’attaccante originario di Catanzaro.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 305 volte, 1 oggi)