ASCOLI PICENO – Nella giornata del 22 novembre il Partito Democratico di Ascoli Piceno si è scagliato contro l’amministrazione comunale ascolana.

Tema del giorno è stato il ponte San Filippo e la sua ‘inaugurazione’.

Tramite un video diffuso su Facebook dal consigliere comunale Francesco Ameli, è stata lanciata una provocazione: “Visto i tanti comunicati stampa lanciati dal Comune ci siamo presentati qui al ponte San Filippo per l’inaugurazione ma purtroppo non è avvenuta. Come per qualsiasi opera pubblica ad Ascoli vengono diramati comunicati con tempi di lavoro molto più brevi rispetto a quello che effettivamente sono. Aumentano tempi e costi“.

“Il ponte di San Filippo è un esempio ma ce ne sono altri – prosegue Francesco Ameli – Il polo universitario terminato con molto ritardo, il Teatro dei Filarmonici che deve essere completato e anche lo stadio Del Duca. Si doveva completare la tribuna Est ma invece, credo, ci ritroveremo in una situazione diversa. Emblema dell’amministrazione resta il ponte San Filippo”.

“E’ un cantiere ancora incompleto – dichiara il consigliere comunale – Ci lascia perplessi il sindaco Guido Castelli che non dice la verità su modalità, tempi e costi dei lavori. Si sa quando iniziano ma mai quando finiscono. Sono inammissibili certi comportamenti. Bisogna dare risposte certe quando si parla di lavori pubblici”.

“I lavori al ponte San Filippo devono essere completati il prima possibile per il bene della comunità ascolana, esasperata da questa situazione. Continueremo a monitorare, fare pressing sul Comune – aggiunge il consigliere comunale – Qualcuno ha fatto legami con il terremoto ma vedendo le determine eseguite sul ponte non abbiamo letto la parola sisma come letto in qualche dichiarazione fatta su Internet. Vogliamo essere smentiti, attendiamo”.

Francesco Ameli conclude il suo video affermando: “Ponte San Filippo è arteria fondamentale della città anche dopo la chiusura della Strada dei Mulini a causa del sisma. Ascoli è una città paralizzata e bloccata come Roma. Per fare la circonvallazione ci vuole, spesso, una trentina di minuti. Una città come la nostra non può avere questi disagi. Problemi di viabilità presenti anche al centro storico. Continueremo a vigilare. Invitiamo il sindaco Castelli a farci sapere quando inaugurerà il ponte San Filippo così andremo insieme per il taglio del nastro”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 2 oggi)