ASCOLI PICENO – Dopo aver concluso i lavori relativi alla messa in sicurezza dello scalone del Palazzo dell’Arringo, da sabato 26 novembre sarà possibile visitare anche il secondo piano della Pinacoteca Civica, chiuso dopo la scossa del 30 ottobre.

Ad annunciarlo con una nota il blog “Musei di Ascoli”. I turisti potranno così tornare ad ammirare i violini della collezione Pasqualini, le nature morte del Munari e un’importante serie di dipinti del XIX secolo conservati nelle sale intitolate a Riccardo Gabrielli e ad Adolfo De Carolis e Domenico Ferri.

Si tratta di uno spaccato relativo alla pittura ed alle arti minori di Ascoli che illustra in modo organico le linee di sviluppo dell’intero territorio, valorizzando in modo particolare l’artigianato legato alla produzione orafa gotica e rinascimentale e alla attività dei ceramisti della famiglia Paci.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 40 volte, 1 oggi)