ROMA – L’Aci-Automobile Club Italia è a disposizione dei territori e dei cittadini interessati dai terremoti di agosto e ottobre, a supporto del Dipartimento della Protezione Civile. È quanto previsto dal Protocollo d’intesa siglato ieri, 23 novembre, da Dipartimento e Aci.

Tra le conseguenze degli eventi sismici verificatisi nel centro Italia ci sono infatti l’ingente quantità di auto, o altri mezzi, da rimuovere e la necessità di individuare i proprietari di veicoli abbandonati, immobilizzati e distrutti dai crolli.

Già all’indomani del 24 agosto l’Aci ha messo a disposizione del sistema di protezione civile mezzi, postazioni e personale dedicati alle attività logistiche e di supporto alle popolazioni colpite dal sisma.

Con il protocollo si definiscono puntualmente le modalità di intervento per il censimento, il recupero, il trasporto e la rottamazione dei veicoli distrutti da crolli e le altre attività logistiche e di supporto ai cittadini per le richieste e la redazione delle pratiche amministrative e fiscali in relazioni ai propri veicoli. In particolare sui siti degli Automobile Club locali saranno pubblicati gli elenchi dei veicoli censiti.

Non sono previsti oneri a carico dei cittadini per lo svolgimento delle attività previste dal protocollo d’intesa.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 215 volte, 1 oggi)