ASCOLI PICENO – Riportiamo una nota diramata dal presidente della Provincia di Ascoli, Paolo D’Erasmo, che risponde al Consigliere Regionale Piero Celani: quest’ultimo aveva accusato la Provincia di aumentare tasse e l’implementazione di autovelox sulle strade provinciali.

Il Bilancio della Provincia è stato decretato e, entro metà dicembre come prescrive la normativa Delrio, verrà sottoposto all’Assemblea dei Sindaci per poi essere approvato definitivamente dal Consiglio Provinciale. L’atto non prevede alcun aumento di tasse e nessuna implementazione degli autovelox sulle strade provinciali ma una serie di interventi per viabilità, scuole, ambiente ed altri servizi a vantaggio del territorio.

A proposito invece di agende e memoria corta vorrei ricordare al Consigliere Regionale Piero Celani impegnato in campagna elettorale permanente, che ha lasciato come ex presidente una Provincia in pre-dissesto e sull’orlo del default finanziario. Ben volentieri dunque accetterò a Natale in dono l’agenda per scrivervi sopra quello che la Provincia ha fatto e sta facendo per questo territorio.

Nel biennio 2015 – 2016 sono stati realizzati o previsti oltre 4 milioni e 300 mila di interventi sulle strade di competenza mentre per le scuole superiori il Bilancio 2016 stanzia risorse per 900 mila euro con 600 mila euro per la riparazione di danni post-terremoto, 150 mila per il consolidamento dei solai di 5 edifici scolastici e 130 mila euro impegnati per un progetto di verifiche di miglioramento antisismico, senza contare la manutenzione straordinaria e ordinaria dei vari plessi scolastici. Tutto ciò senza contrarre un euro di mutuo e senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

Inoltre ringrazio la Regione Marche che ha decretato un contributo di 4 milioni di euro per le funzioni non fondamentali esercitate dalla Provincia dal primo gennaio ad aprile 2016. Risorse che, grazie alla solidarietà istituzionale delle altre province marchigiane, saremmo la prima provincia ad incassare nel Bilancio 2016. Ricordo inoltre la piena collaborazione e sinergia con la Regione, i Comuni e le Province marchigiane. Questi sono i fatti, il resto è propaganda politica a buon mercato.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)