ANCONA – “L’impegno del premier è di modificare insieme a noi, al commissario straordinario e alla protezione civile gli strumenti, in modo da accelerare di molto la certificazione e permettere una ripartenza rapida della ricostruzione alla luce dell’ordinanza già pubblicata del commissario Errani che spiega a quei cittadini che hanno case non agibili con danni lievi come ripartire”.

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli al termine dell’incontro avuto da Matteo Renzi con i sindaci dei Comuni terremotati.

“A poco più di un mese fra i sindaci delle Marche e Matteo Renzi di nuovo un incontro alla presenza allargata di chi si è aggiunto con l’evento del 30 ottobre. Molto partecipata la presenza dei sindaci e molto apprezzato l’incontro con il premier che ancora una volta – ha detto Ceriscioli – testimonia la vicinanza del governo a quanto accaduto nelle Marche. E stata l’occasione per i sindaci di avere una risposta diretta dal primo ministro e di porre quelle che sono le questioni più importanti del momento. Una su tutte la verifica e la certificazione del danno che, con il meccanismo delle schede Aedes, non può procedere con tempi e ritmi compatibili con i bisogni dei cittadini. Confermato l’impegno del governo a mantenere questo profilo di presenza e di contatto con il territorio tanto che Renzi ha detto che dopo le festività natalizie sara’ di nuovo nelle Marche per continuare con questo metodo di partecipazione”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 39 volte, 1 oggi)