GROTTAZZOLINA – Dopo gli infortuni di Moretti e Vecchi e con Cecato e Paris messi ko dall’influenza, la scelta della formazione titolare risulta obbligata per il coach della M&G Videx Grottazzolina Massimiliano Ortenzi, che schiera in campo la diagonale palleggiatore-opposto composta da Pison e Cester, in banda Sideri e Nicolò Brandi, al centro Tomassetti e Salgado, libero Gabbanelli (gli ultimi tre, unici reduci del gruppo originario dei titolari). Sestetto tipo, invece, per la Conad Reggio Emilia, con Soli in cabina di regia opposto a Kody, schiacciatori Dolfo e Silva, centrali Suljagic e Cargioli, Morgese libero.

Inizio equilibrato nel primo set, ma il primo break è in favore di Reggio Emilia, che si porta avanti 7-9. Immediato il sorpasso Videx: con il muro di Tomassetti arriva l’11-9 per i padroni di casa, mentre l’allungo è opera di Nicolò Brandi, che gioca con le mani del muro ospite e firma il 14-11. Reggio accorcia le distanze (15-14, attacco out Cester) e si riporta a condurre sul 16-17, quindi inizia lo show dell’opposto Kody, che sul suo turno al servizio fa volare la Conad a +5 (17-22). Il muro di Cargioli regala il set point a Reggio Emilia (19-24), e gli ospiti chiudono alla prima occasione: 19-25.

Parte subito forte Reggio Emilia nel secondo parziale, portandosi avanti 4-8. La Videx tenta di rifarsi sotto grazie all’ace di Cester che vale il 6-8, ma la Conad resta lucida e restituisce subito il break, allungando con Dolfo, che prima mette a segno un attacco da posto 4, quindi alza il muro del 6-12. I grottesi sembrano incapaci di reagire e la scia positiva degli emiliani viene spezzata da Salgado solo sul 7-15. Da allora prosegue il monologo della Conad, che fa suo il set con il punteggio di 15-25.

Terzo parziale sulla scia del precedente, con la Conad subito avanti 3-8. Il recupero della Videx è firmato dalla coppia Sideri-Salgado, che danno spettacolo rispettivamente al servizio e al centro (7-8), ma alla distanza è sempre Reggio Emilia a prevalere. Gli ospiti raggiungono il massimo vantaggio sull’11-18, la Videx non riesce a trovare il bandolo della matassa, mentre Soli si concede il lusso di far schiacciare tutte le sue bocche da fuoco. Chiude il match l’ace di Kody per il 16-25.

Uno 0-3 che non ammette repliche nella nona giornata di andata del 72° Campionato Serie A2 UnipolSai. Alla Videx non resta che sperare di recuperare energie e soprattutto giocatori in vista della trasferta di giovedì a Castellana Grotte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 39 volte, 1 oggi)