OFFIDA – In attesa dell’uscita del bando per l’area di crisi del Piceno, altre opportunità di finanziamento sono rese disponibili dalla Regione Marche alle imprese locali, grazie a Fondi Europei 2014-2020.

E’ il caso del bando per incentivare l’internazionalizzazione delle PMI in scadenza il prossimo 12 gennaio 2017 con un budget disponibile di circa 2 milioni e mezzo di euro.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto del 50% e fino ad un massimo di 15 mila euro ad impresa per incentivare l‘acquisto di  servizi a supporto dei processi di internazionalizzazione quali:

–          consulenza specialistica,

–          partecipazione ad iniziative e missioni economiche,

–          partecipazione a fiere internazionali all’estero,

–          attività di marketing internazionale,

–          registrazione di marchi internazionali,

–          siti web multilingue.

Possono accedere alle agevolazioni le imprese micro, piccole e medie, in forma singola o raggruppata sotto forma di: a) contratto di rete (con soggettività giuridica) o b) A.T.I. (Associazioni Temporanee di Imprese), nonché i Consorzio per l’internazionalizzazione di cui alla legge 134/2012 costituiti per almeno  quattro o cinque pi marchigiane.

 

LIMITI INVESTIMENTI, CONTRIBUTI E RISORSE DISPONIBILI

Linee di intervento % di contributo Contributo massimo Risorse disponibili
A PMI singole 50% € 15.000 € 968.748,92
  Contratto di rete o ATI 50% € 15.000 per impresa € 968.748,92
B Consorzi internazionalizzazione 50% € 30.000 per consorzio € 484.374,46

 

Le imprese debbono possedere  i seguenti requisiti:

– avere sede legale o operativa nella Regione Marche;

– essere in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi;

– esercitare attività economica ammissibili ai sensi del presente bando.

Per informazioni ci si può rivolgere alla Fideas srl di Offida: 0736/880843.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 89 volte, 1 oggi)