OFFIDA – Una riconversione dei posti letto della residenza protetta degli anziani in dieci posti letto di “Cure intermedie”. Questo è stato il fine dell’incontro che si è svolto lunedì 5 dicembre presso il Teatro serpente aureo di Offida: un importante corso di formazione sulle Cure intermedie e sull’Ospedale di Comunità rivolto a tutto il personale medico, infermieristico e delle diverse professioni sanitarie dell’Area Vasta 5, condotto da professionisti dell’Area Vasta 5 e dell’Asur.

Dopo l’introduzione del Direttore dell’Area Vasta 5 Giulietta Capocasa, il convegno è stato aperto dal saluto del Sindaco Valerio Lucciarini che ha ricordato come il percorso di riconversione dei piccoli ospedali, ora in atto in tutto il territorio regionale, sia iniziato nel nostro territorio circa 15 anni fa. Ha inoltre espresso  soddisfazione per il miglioramento dei servizi  erogati in Offida e  rivolti a tutti i residenti dell’area vasta, in particolare ai cittadini residenti nell’Ambito territoriale della Vallata del Tronto, con la garanzia di una rapida prossima implementazione delle attività di integrazione socio-sanitaria.

Il corso è propedeutico appunto all’attivazione di una sperimentazione, che sarà avviata presso la Casa della salute di tipo C di Offida, tramite  riconversione di 10 posti letto  di residenza protetta anziani in 10 posti letto di Cure Intermedie.

Le Cure intermedie completano i livelli assistenziali residenziali, in particolare per anziani ma non solo, essendo intermedi tra il livello ospedaliero, degenza per  acuti e post-acuzie (lungodegenza e riabilitazione), ed il domicilio. Sono posti letto extraospedalieri destinati ai residenti di  tutta l’Area Vasta 5.

La permanenza dei pazienti in questo livello assistenziale, che non prevede compartecipazione economica da parte dell’ospite, è di 30 giorni, prorogabile a massimo 60 giorni.

Si tratta di pazienti stabili dal punto di vista clinico per i quali l’assistenza medica è garantita da medici di medicina generale negli orari diurni e dai medici di continuità assistenziale di notte e nei festivi e prefestivi.

Hanno partecipato al corso tutti gli operatori della Casa della Salute di Offida, a partire dai medici di medicina generale, sia di Offida sia di  Castel di Lama,  i medici di continuità assistenziale, la dirigente delle professioni sanitarie, i direttori di struttura complessa ospedaliera, la posizione organizzativa del territorio ed i coordinatori del Distretto di Ascoli, gli specialisti ambulatoriali del Distretto che prestano servizio in Offida, oltre a diversi professionisti ospedalieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 140 volte, 1 oggi)