ASCOLI PICENO – La sezione ascolana di Italia Nostra porta all’attenzione il nuovo programma di eventi e comunicano:

“Pur in un contesto che certamente non predispone gli animi ai festeggiamenti, la Sezione ha inteso  presentare il Calendario 2017  dedicato quest’anno alla “Nuova Montagna dei Fiori”.

In realtà questa pubblicazione era stata decisa prima che si verificassero i drammatici eventi che hanno sconvolto gran parte del territorio piceno.

Se era pensato, in un primo momento, di modificare il programma e di dedicare il Calendario ai borghi e monumenti dove più gravi sono stati i danni arrecati dagli eventi sismici.

Si è ritenuto alla fine di rispettare il progetto iniziale, rimandando al 2018 la pubblicazione del Calendario dedicato alla zone dove più eclatanti sono stati i danni provocati dal terremoto.

D’altronde le proposte per la valorizzazione della Montagna dei Fiori, che sono alla base della scelta di fare questa pubblicazione, possono e devono valere per Tutte le Terre della Primavera Sacra, che comprendono , oltre al Centro Storico di Ascoli, la parte montana  del territorio piceno, luoghi dove più si è accanita la violenza del sisma.

E’ nostra profonda convinzione, infatti, che la risposta positiva alle sfide poste dagli eventi drammatici di questi terribili momenti possa essere fornita passando dagli interventi episodici, puntuali, scoordinati e sovente effimeri a quelli di tipo sistemico non limitandosi, per quanto riguarda le aree dove più completa è stata la distruzione, alla semplice riedificazione degli edifici distrutti, elaborando, invece, delle strategie organiche volte alla valorizzazione sistemica di tutte le risorse culturali del territorio, in modo da favorire l’esaltazione ed affermazione di un valido

“brand identitario”del territorio, in grado di renderlo competitivo a livello nazionale e, da sperare, internazionale.

La partecipazione all’incontro contribuirà, ne siamo certi, alla conoscenza dell’aspetto innovativo delle proposte formulate dal Gruppo di Lavoro, coordinato da Stefano Odoardi per la realizzazione del Parco Culturale ed Ambientale della “Nuova Montagna dei Fiori” e a fornire , in pari tempo, indicazioni utili su come intervenire nelle aree devastate dagli eventi sismici per favorirne un valido recupero e una valorizzazione sistemica”.          La Sezione Italia Nostra di Ascoli Piceno 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 56 volte, 1 oggi)