ASCOLI PICENO – La Provincia di Ascoli Piceno ha proseguito nell’azione di pagamento dei fornitori onorando i debiti del 2015 e una parte del 2016 per un importo complessivo che supera i 2 milioni e 200 mila euro. Circa 300 sono i beneficiari tra imprese fornitrici di beni e servizi, Comuni, Enti pubblici di vario genere e altri soggetti titolari di crediti, a cui sono stati effettuati pagamenti nel 2015 per 1 milione e 600 mila euro e 680 mila euro nel 2016.

“Si tratta di un risultato di rilievo per il territorio e per il sistema economico locale – afferma il Presidente Paolo D’Erasmo – conseguito senza contrarre un euro di mutuo e nonostante la situazione di predissesto. Sono numeri che testimoniano il complesso lavoro finora svolto per il risanamento economico e finanziario dell’Ente con un recupero di risorse pregresse che ha portato, in soli due anni, a ridurre il deficit strutturale della Provincia di quasi 12 milioni di euro. Ringrazio la Regione Marche, l’Upi Nazionale, i colleghi delle altre province marchigiane e tutto il personale dell’Ente che hanno contribuito a questo traguardo significativo. Domani in Provincia – evidenzia il Presidente D’Erasmo – verrà esaminata la proposta di Bilancio di Previsione 2016 con tre appuntamenti che si susseguiranno nella stessa giornata. Il Consiglio Provinciale, alle 15.30, si riunirà per adottare lo schema di Bilancio che verrà poi sottoposto, alle 17, all’Assemblea dei Sindaci chiamata ad esprimere, in base alla normativa Delrio, il parere sul documento contabile. Quindi, alle 18.30, il Consiglio Provinciale tornerà in seduta per l’approvazione definitiva del Bilancio che assicura l’equilibrio finanziario e investimenti e servizi per il territorio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 67 volte, 1 oggi)