ASCOLI PICENO – Il Partito Democratico di Ascoli Piceno ha donato mille euro per la riqualificazione del cimitero partigiano di Pozza, ad Acquasanta, ricavati da una cena di solidarietà avvenute nelle scorse settimane. Il cimitero, nel quel riposano i corpi anche di molti giovanissimi partigiani slavi che trovarono la morte nei monti del Piceno, lottando per la libertà.
Il cimitero ha subito dei danneggiamenti a causa delle scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia nei mesi scorsi.
Dalla nota stampa del Pd ascolano: “La delegazione composta dal Segretario cittadino Massimo Gaspari e dal Capogruppo Francesco Ameli ha consegnato la somma in occasione di un incontro con il Sindaco acquasantano Sante Stangoni, l’assessore Stefano Troli ed il presidente Anpi di Acquasanta Terme Giuseppe Tosti e il suo vice Giuseppe Parlamenti.
Il PD vuole tenere a mente i valori fondamentali della nostra costituzione e non vuole dimenticare una pagina della storia molto importante. I nostri nonni ed i nostri genitori hanno dato la vita per donarci un paese libero. E non è un caso se la provincia ed il comune di Ascoli Piceno sono stati insigniti della medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana.
Pozza è una piccola frazione di Acquasanta Terme e insieme ad Umito e Pito l’11 marzo del 1944 venne attaccata dai nazi-fascisti. Gli abitati furono prima incendiati e quindi depredati e tra le fiamme perì una piccola di soli 11 mesi. Nell’attacco persero la vita decine di abitanti del posto e più di 30 partigiani. Sui luoghi degli scontri sorge ora un cimitero partigiano.
Pensiamo oggi che tutto ciò sia passato, eppure in altre parti del mondo come ad Aleppo è in atto un genocidio intollerabile nei confronti di tanto bambini indifesi. Uomini donne  e bambini vengono ancora trucidati in mezzo a delle strade, come 70 anni fa in Italia.
Dobbiamo avere il coraggio di indignarci anche per quanto accade oltre il nostro naso. E dobbiamo ricordare e difendere i nostri valori fondanti.  E’ per questo che abbiamo pensato di procedere a ricostruire una pagina importante della storia che è quella dei fatti di Pozza Umito e Pito.  Subito dopo le tragiche scosse di terremoto il Pd a tutti livelli è stato vicino alle popolazioni terremotate.  E non le abbandonerà sicuramente ora che c’è bisogno di tornare a vivere in serenità”.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 85 volte, 1 oggi)